Giovedì 23 Novembre 2017
Text Size

Consulenza legale in materia di malattie professionali

Lo Studio Legale Lucchi presta consulenza a lavoratori e datori di lavoro al fine di valutare se la malattia di un lavoratore rientri fra le malattie professionali, cioè malattie la cui origine è riconducibile alla attività lavorativa svolta dal lavoratore; viene prestata particolare attenzione al nesso causale tra attività lavorativa e  malattia, attraverso l'ausilio di consulenti medico legali.

La "malattia professionale" è definita dalla legge come un evento dannoso che agisce in modo lento e progressivo sull'organismo del lavoratore e può scaturire sia da proprietà nocive delle sostanze utilizzate sia da movimenti violenti e ripetuti, non naturali, ai quali la struttura corporea risulta adattarsi. La malattia professionale è quindi l'effetto nocivo di materiale o lavoro, protratto nel tempo.

In Italia le malattie professionali sono soggette ad assicurazione obbligatoria presso l'INAIL, che in caso di patologia eroga al lavoratore malato diverse tipologie di prestazioni previdenziali. L'elenco delle malattie professionali indennizzabili è contenuto nel DPR n. 1124/65 (cd. malattie "tabellate"), ma ciò non esclude che altre malattie siano riconosciute come tali in seguito a specifici accertamenti, anche giudiziali. Con decreto ministeriale del 9 aprile 2008 è stato emanato un elenco aggiornato delle malattie professionali dell'industria e dell'agricoltura, per il cui riconoscimento vige la presunzione legale d'origine.

Alcune malattie professionali: pneumoconiosi non sclerogena, anemia emolitica, tracheobronchite, dermatite irritativa da contatto, rinite, perforazione setto nasale, epatopatia cronica, cheratosi palmare plantare, polineuropatia periferica, tumori del polmone, tumori del fegato, tumori della cute, granulomatosi polmonare, berilliosi, dermatite allergica da contatto, granulomi cutanei, ulcere cutanee, rinite atrofica, enfisema, nefropatia, osteomalacia, ulcere e perforazioni del setto nasale, dermatite ulcerativa, dermatite allergica da contatto, asma bronchiale, tumore delle cavità nasali, tumore dei seni paranasali, parkinsonismo manganico, psichicosondrome organica, tremore, atassia, diplopia, polineuropatia periferica, gengivostomatite, asma bronchiale, cheratocongiuntivite, orletto gengiviale di burton, gastroduodenite, colica saturnina, encefalopatia, bronchite irritativa, granulomatosi polmonare, stannosi, alopacia, fibrosi polmonare, pneumoconiosi benigna, febbre da fumi metallici, acne, bromismo, osteofluorosi, turbe cardiache del ritmo e della conduzioni, asbestosi, silicosi, edema polmonare tardivo, carcinoma.

Contatta lo Studio per una consulenza in questa materia

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di terzi

Cliccando sul tasto APPROVO, chiudendo questa finestra oppure accedendo ad un qualunque elemento sottostante a questo banner acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo